martedì 16 ottobre 2012

KATMER POGAÇA, PANE TURCO SFOGLIATO



Sul blog di Cinzia, Cindystar, avevo letto che invitava le/i blogger a realizzare un pane per la settima edizione del World Bread Day che quest'anno è il 16 ottobre e di inviare la ricetta a Zorra che ne avrebbe curato una raccolta. Seguendo il suo invito ho pensato di partecipare facendo questo pane turco che ho scoperto sul blog della cara Dauly, Cucchiaio e pentolone.
Non svelo un segreto se affermo che lei stessa ha scoperto questo pane sul blog La mercante di spezie della sua amica Lory e, come ha fatto Dauly vi rimando anch'io al suo post dove spiega, anche con l'aiuto di molte fotografie, come realizzare questa bontà.
Quando ho visto le fotografie di Dauly ho pensato: "Che spettacolo queste brioches"; salvo poi scoprire che brioches non sono. La cosa curiosa è stata che quando mi sono visto la sera con mia moglie ci siamo detti, in simultanea, che avevamo visto una ricetta da provare ed era questa.
A parte la sfogliatura, che non mi è venuta bene come la loro, a differenza di Lory e Dauly non ho usato l'olio di riso e ho realizzato 8 panini perché li volevo un po' più grandi.


Versione dolce con crema gianduia
E' un pane dal gusto neutro ed è veramente buonissimo.
Io ho voluto provare a farcirne alcune con la crema gianduia della Caffarel e altre con del gorgonzola per avere sia la versione dolce che quella salata.
L'abbinamento dei ripieni con il pane è stato eccellente; volendo penso che togliendo un cucchiaino di sale o di zucchero si possa ottenere un pane un pochino più dolce o un pochino più sapido.


Versione salata con gorgonzola

Con questo pane partecipo alla raccolta promossa da Zorra per il settimo World Bread Day del 16 ottobre 2012.




INGREDIENTI (per 8 panini)

500 g di farina 00
200 ml di latte
100 ml di olio riso (io olio di semi)
15 g di lievito di birra
1 albume
2 cucchaini di sale
2 cucchiaini di zucchero
80 g di burro sciolto
4 cucchiaini di crema gianduia
4 dadini di gorgonzola
Tuorlo e latte per spennellare

PREPARAZIONE
Sciogliere il lievito nel latte e attendere qualche minuto fino a che non si formeranno delle bollicine in superficie.
Versare nel vaso della planetaria la farina, il latte con il lievito, l'olio, l'albume, il sale e lo zucchero; azionare la planetaria con il gancio fino a quando non si formerà una massa compatta ed omogenea.
Dividere il composto ottenuto in otto parti uguali, fermare delle palline e lasciare riposare per almeno 15 minuti.
Nel frattempo fare sciogliere il burro.
Prendere ognuna delle palline e stenderla formando dei dischi più o meno della stessa dimensione (ca. 20 cm).
Prendere un disco di impasto, pennellargli sopra un po' di burro fuso quindi sovrapporre con un altro disco. Ripetere l'operazione fino al completamento dei dischi.
Girare la pila dei dischi e con il mattarello cominciare a stendere premendo leggermente fino ad ottenere un disco di ca. 40 cm. Girare il disco e proseguire con il mattarello fino ad ottenere un disco di 55-60 cm di diametro.
Dividere il disco in 8 parti uguali ottenendo dei triangoli; farcirli con crema gianduia e/o gorgonzola, risvoltare i due angoli laterali ed infine arrotolarli fino alla punta.
Mettere i panini su una placca con carta forno tenendoli un pochino distanziati e spennellare la superficie con il tuorlo sbattuto con un po' di latte.
Lasciare riposare per almeno 90 minuti.
Infornare con forno già caldo a 200°C e cuocere fino a doratura. A me sono stati necessari 25-30 minuti. 
Stampa il post

13 commenti:

  1. Un pane sfogliato? sai che non ne avevo mai sentito parlare? Interessante. Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ma sai che li ho fatti anche io questi bellissimi panini qualche mese fa?
    Non potevi trovare ricetta migliore per partecipare!
    E che diventi anche una buona e sana abitudine :-)
    Un abbraccio a entrambi!

    RispondiElimina
  3. hehehe....copiata ancora prima di leggerla :))))
    Ciao bello!!!!

    RispondiElimina
  4. cavolo......leggendo la ricetta mi sono accorto che li ho già fatti.....però i tuoi sembrano più sfogliati quindi li devo rifare al più presto!!!!!

    RispondiElimina
  5. mamma... da infarto! Buono buono, io vorrei quello al gorgonzola

    RispondiElimina
  6. Ma Gianni!! Non smetti mai di stupirmi con la tua cucina, bravissimo!!!
    un abbraccio forte,
    Vale

    RispondiElimina
  7. e no gianni, purtroppo a me la meravigliosa sfogliatura di loriana non è venuta! erano comunque buoni lo stesso, leggeri e fragranti....mi hai fatto venire voglia di rifarli!!

    RispondiElimina
  8. una meraviglia questo pane, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Ho trovato il tuo blog per caso e ti faccio tanti complimenti,questo pane è divino ciao buon fine settimana :-)(le cose belle della vita)

    RispondiElimina
  10. Mamamia! I am drooling!

    Grazie per la tu partecipazione al Word Bread Day. Spero di rivederti l'anno prossimo!

    RispondiElimina
  11. a me il dolce piace....ma quella con il gorgonzola....mi "turba", mi innervosisce, per non averla quì, davanti a me, per poterla "azzannare" immediatamente....:-)

    RispondiElimina
  12. Questa ricetta mi ha sempre incuriosita...prima o poi la provo.

    Ti ho copiato una ricetta, buonissima!!!!
    http://www.murzillosaporito.com/post/2012/10/23/Risotto-allAmarone-per-The-Recipe-tionist.aspx
    Valeria

    RispondiElimina
  13. Beh comunque sono davvero invitanti!!! ...mi è venuta fame!!!

    RispondiElimina