domenica 13 novembre 2011

FUSILLI CON RAGU' DI PESCE SPADA E SALSA DI PEPERONI


 
Come già detto mi sono arrivati da Atmosfera Italiana i 3 formati di pasta del Pastificio Benedetto Cavalieri, in modo da partecipare al loro 3° contest.
I 3 formati di pasta sono: orecchiette, già utilizzate con questa ricetta, i fusilli e le mezze penne.
Ho approfittato del dover realizzare delle ricette con questi formati di pasta per fare una ragù di pesce.
Chiaramente non è che uno dice - "A pranzo pasta con ragù di pesce spada" - e tutti accettano, non dico con entusiasmo, ma almeno di buon grado.
No! Oltre che alla ricetta mi tocca pensare a cosa dire a mia suocera per farla mangiare, visto che, a suo dire, il pesce non le piace. A Brescia c'è il detto, scusate se non è scritto correttamente ma non parlo il bresciano,  - "A set an i è putei, a setanta i è a mò chei" - (A sette anni sono bambini a settanta lo stesso). Questo detto calza a pennello con mia suocera che in realtà di anni ne ha ottanta, perchè le piace fare i capricci, soprattutto a tavola. Quindi i pezzetti di spada sono diventati di pollo (vi sfido a tagliarli così piccoli) e si è mangiato anche lei il ragù di spada.
Chiaramente, al termine del pranzo, non mi sono lasciato sfuggire l'occasione di dirle che era pesce spada.



Con questa ricetta partecipo al contest di Atmosfera Italiana - Pasta solo pasta



INGREDIENTI (per 4 persone)
Pasta e ragù
320 g di fusilli
400 g di pomodori maturi
2 fette di pesce spada
1/2 cipolla bianca
1 spicchio d'aglio
Prezzemolo
Olio extra vergine d'oliva
Zucchero
Sale
Pepe
Salsa di peperoni
2 peperoni gialli
50 gr di parmigiano reggiano grattugiato
50 gr di burro
100 gr di panna fresca
Olio extra vergine d'oliva
Pepe bianco

PREPARAZIONE
Salsa
Pulire bene i peperoni eliminando le parti bianche interne ed i semi. Tagliarli a pezzetti.
In una padella mettere un filo di olio EVO, i peperoni a pezzetti e mezzo bicchiere di acqua calda. Pepare, coprire con un coperchio e lasciare cuocere fino alla cottura dei peperoni.
Togliere dal fuoco e frullare con il mixer ad immersione i peperoni; passare il tutto al colino fine. Rimettere sul fuoco basso, aggiungere la panna e fare ridurre della metà.
Togliere dal fuoco e incorporare il burro con il parmigiano reggiano; tenerla in caldo.
Pasta e ragù
Pulire e tritare finemente la mezza cipolla ed il prezzemolo.
Lavare i pomodori ed incidere a croce la parte opposta all'attacco del picciolo, immergerli per qualche secondo in acqua bollente e subito in acqua gelata, quindi spellarli e tritarli a pezzettini.
In una padella versare un filo di olio EVO con la cipolla e lo spicchio d'aglio e fare soffriggere leggermente a fuoco basso. Quando la cipolla comincia a diventare trasparente versarvi i pomodori ed un mestolino di acqua calda. Fare cuocere a fuoco medio mantenendolo umido. Aggiungere sale e pepe e mezzo cucchiaino di zucchero.
Gettare la pasta in una pentola con abbondante acqua salata (il Pastificio Benedetto Cavalieri consiglia 1 l di acqua ogni 100 g di pasta).
Tagliare a dadini piccoli il pesce spada ed aggiungerli con il prezzemolo, al pomodoro quando mancano 5 minuti alla cottura della pasta.
Un paio di minuti prima della completa cottura della pasta, scolarla e versarla nella padella con il ragù di pesce mantecando bene. Se necessario aggiungere un po' dell'acqua di cottura. Completare in padella la cottura della pasta.
Versare la pasta nel piatto ed irrorare la parte centrale con la salsa di peperoni.
Decorare con un rametto di prezzemolo.
Stampa il post

9 commenti:

  1. Che bella ricettina...bravo Gianni!!

    RispondiElimina
  2. Veramente una ricetta gustosa. Bravissimo

    RispondiElimina
  3. che mix di ingredienti...ciao....

    RispondiElimina
  4. Il titolo del post è così interessante e non potevo non leggerlo. Ricetta davvero originale! Complimenti!

    RispondiElimina
  5. Bella ricetta, Gianni.. ma soprattutto è ottimo il consiglio per come gestire i capricci della suocera, io vivo con mio mio padre (86 anni) e a tavola non va mai bene niente...inizierò a spacciare un ingrediente per l'altro! saluti!

    RispondiElimina
  6. Bellissimo e gustoso piatto , mi pace ! bravissimo Ciao!!
    Anna

    RispondiElimina
  7. mmmmmm interessante piattino.. direi goduriosa, bella l'attenzione dei particolari che compongono la ricetta bravo....:-))
    Carla

    RispondiElimina
  8. Ciao Gianni,
    grazie per l'ottima ricetta, che sperimenterò di sicuro (essendo io alla ricerca perenne di abbinamenti pesce & verdure).
    Spero anche che siano rimasti posti per questo stimolante contest, così mi ciemtno pure io con qualche ricetta :)
    Bellissima la scena con tua suocera... stavo per augurarti che non arrivasse mai a leggere il tuo post, ma se le hai svelato l'arcano a fine pasto non c'è più problema...
    Un caro saluto,
    Aurora

    RispondiElimina
  9. Gianni come ti avevo accennato ,eccomi con la ricetta fantastica che ho prelevato dal tuo fantastico blog....Successone.....
    http://cucinaefimo77.blogspot.com/2012/01/rigatoni-con-ragu-di-pesce-spada-e.html
    Grazie e bacioniiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina